La cultura è cibo per l’anima
Non va fermata

Ottobre 21, 2020
conferenza stampa avvento in musica v edizione bologna
Avvento in Musica V Edizione – Comunicato stampa
Novembre 29, 2018

di ANNALISA LUBICH

Durante il forzato digiuno ci siamo resi conto di quanto ci mancasse il cibo culturale. Librerie chiuse, concerti annullati, teatri vuoti. Un deserto intellettuale che ci ha gelato il cuore. Perché la cultura accompagna la nostra vita, nutre il nostro spirito e ci aiuta a vivere.

La parola, l’arte e la musica fanno crescere la mente con una maggiore consapevolezza. Nei momenti difficili, nelle situazioni interiori più dolorose e problematiche ci sostiene l’energia della musica, ci conforta la ricchezza delle parole. Nei lager era la musica a pacificare gli animi, ad alleviare la sofferenza.

Nelle condizioni di disagio sociale è ancora la musica che svolge un ruolo insostituibile. La musicoterapia è utilizzata per ottimizzare il livello e la qualità di vita delle persone, migliorarne la salute e il benessere fisico, sociale, comunicativo, intellettuale e spirituale. Per questo è importante che le attività culturali nel Paese e in città non vengano sospese nuovamente.

È vero che la situazione sanitaria è precaria e forse allarmante, che è necessario da parte di tutti un comportamento prudente e rispettoso, ma ciò che consentirà di mandare avanti almeno una parte di quanto ha sempre nutrito questo territorio con un’offerta culturale vasta è l’attenzione da parte delle istituzioni. Ora non distolgano il loro impegno nei confronti della vita culturale, la solidarietà sociale è la priorità assoluta per tutte le realtà che operano sul territorio come Fondazioni, banche, associazioni.

L’invito che ci sentiamo di fare è di non dimenticare che le esigenze fisiche del corpo, e quelle emotive della mente camminano insieme, sono un unicum e si arricchiscono a vicenda. Entrambe dovrebbero fare parte di un solo disegno di sostegno e cura, al fine di mantenere il più possibile quel livello di soddisfazione di vita che ha da sempre caratterizzato la nostra società.

Articolo pubblicato sul sito:  Il Resto del Carlino